2019

VEDETTA NOTTURNA, 1986
onice, 60 x 17,5 x 17,5 cm
e
IRIS, 1987
affresco, tela 230 x 297 cm
GAM, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, dal 14 febbraio, Torino.

2018

ARABA FENICE, 2011-2013
fibra di vetro, foglia d’argento, colore, onice e alluminio verniciato
650 x 540 ⌀ cm
Museo Novecento, Firenze, dal 20 aprile.

L’ANELLO MANCANTE ALLA CATENA CHE NON C’È, 1989-2017
acciaio lucidato a specchio, acciaio corten, fibra di vetro dipinta, cemento, impianto idrico
600 x 750 ⌀ cm
Piazza Ciardi, Prato, dal 4 febbraio.

2017

LE STELLE RUOTATE AL POLO, 2011
fondale in legno stampato e dipinto, 52 elementi in marmo statuario, proiezione luminosa
290 x 690 x 4,5 cm
e
JANUA COELI, 1988-1992
acciaio lucidato
156 ⌀ x 40 cm
Magazzino Italian Art, Cold Spring, NY, dal 28 giugno.

2016

SPAZIO X TEMPO, 1976-2016
elemento al muro: 565 x 50 x 4,5 cm
cemento e pittura rossa
e
V, 2016
cemento e pittura rossa
51 x 440 x 51 cm
Centro storico Sculture Stabili-Donazioni, Bolognano Visionnaire, Bolognano, dal 2 luglio.

2015

SPAZIO X TEMPO CON FONTE, 1994-2015
legno e gesso, vernice e pigmento di rame a parete, luce sagomata
disco: 178 ⌀ x 23 cm
Palazzo della Carovana, Pisa.

2013

IMMACOLATA CONCEZIONE, 2011
115 x 50 x 45 cm
ceramica a terzo fuoco platino, legno trattato
ChiantiBanca, Piazza Duomo, Firenze, 19 giugno.

COLONNA A DELFI, 2013
fibra di vetro, foglia d’oro, marmo, pietra, rame, impianto sonoro
colonna e vaso: 490 x 40 x 40 cm; vaso: 90 x 37 ⌀ cm
Olnick Spanu, Garrison, NY.

2011

SOLCO ROSSO, 2011
striscia di tulipani rossi
l 50 m
Fattoria di Montellori, Fucecchio, dal 16 aprile.

2008

LA VIGNA
Piantagione Paradise – Centro internazionale di studi e ricerche di intercomunicazioni culturali, Bolognano, dal 24 maggio.

2005

DHARMA OF ENEL, 2005
pittura su pali elettrici (5)
Servizi e Magazzini della Piantagione Paradise, Centro internazionale di studi e ricerche di intercomunicazioni culturali, Bolognano, dal 25 settembre.

2002

QUINCUNX, 2002
sulla (Hedysarum coronarium L.) rossa
Castello di Santa Maria Novella, Fiano, dal 30 giugno.

2000

CINQUANTASEI NOMI, 1999-2000
alluminio anodizzato dipinto, impianto idraulico, 56 elementi
h. 5 m.
e
DOVE PORTA (LE PORTE REGALI), 1992
alabastro, elementi metallici, tempera, lampade, ferro, luce al neon, sagomatore
560 x 320 x 6 cm
Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli.

1994

ATTRAVERSO LE PORTE REGALI / ARREDI LITURGICI PER LA CRIPTA DEL BEATO BERNARDO TOLOMEI:
FONTE BATTESIMALE, 1994
legno, gesso a oro, mattoni in terra cruda
123 x 115 ⌀ cm
e
ALTARE, 1994
mattoni di terracotta, lastre in pietra serena, struttura interna in ferro, luce interna
106 x 106 x 106 cm
e
CROCIFISSO, 1994
vetro, ferro e legno
e
TABERNACOLO, 1994
vetro e ferro
Cripta del Beato Bernardo Tolomei, Basilica di San Miniato al Monte, Firenze, dal 7 settembre.

RINTOCCO
terracotta dell’Impruneta
133 x 100 x 4 cm
Collezione Longo, Cassino.

1992

IO PER TE
Fondo Rivetti per l’Arte, Percorso II, Torino.

1988

LA CITTÀ DEL SOLE (LUCERNAIO), 1988
ferro, vetro sabbiato, luce al sodio
230 x 600 x 300 cm
e
LA CITTÀ DEL SOLE, 1987
intonaco su tavola, graffito, luce sagomata
252 x 184 cm
Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato.

1987

LA MACHINE ANTIHERTZ, 1979-1987
projecteur de cinéma, 77 x 122 x 62 cm
Toile sur châssis, 500 x 500 cm
tôle, 130 x 130 cm
coupelle cuivre, 10 x 50 ⌀ cm
encombrement 50 m²
e
LE TOIT, 1986-1987
tuiles en cire synthétique colorées en surface, 166 tuiles courbes de 19 x 16 x 45 cm, 155 tuiles droites de 33 x 30 x 54 cm
e
LE CUBE, 1987
fer, cuivre, pierre, câble
365 x 444 x 444 cm
Musée Saint-Pierre Art Contemporain, Lyon.

1976

IL BUON LUOGO COME MODELLO DELLA TEORIA DEI COLORI, 1976
in una stanza: tela ricurva e intonacata a coprire una intera parete
in un’altra: piccola sedia in equilibrio su una sola gamba contro un angolo, e pila di quartini dipinti sul dorso di colore rosso dell’intera edizione della pubblicazione dal titolo Il buon luogo come modello della teoria dei colori
Palazzo Durini, Bolognano, dal 1° agosto.